Perçage et fraisage - Fraiseuse Un bref aperçu

10/05/2019

Perçage et fraisage - Fraiseuse Un bref aperçu


Trapano Fresa da banco – Frese una breve rassegna

La fresatrice è una macchina utensile usata per la lavorazione in forme complesse di parti metalliche o di altri materiali di forme sferiche. 

Nella sua forma più semplice una fresatrice non è altro che un motore, solitamente piuttosto piccolo, su cui è fissato, tramite un mandrino, un utensile dotato di bordi smussati (fresa) che ruotano sull’asse della fresa stessa. Il principio è lo stesso del trapano, ma le frese sono progettate per svolgere l’azione di taglio sul lato dell’utensile invece che sulla punta, quindi erodendo il materiale invece che forandolo.

 

 

Le fresatrici devono essere in grado di spostarsi sulla superficie del pezzo, questo può essere fatto in due modi:

  • Spostando il banco di lavoro su due assi A e B, ed eventualmente alzando la testa motorizzata lungo l’asse C
  • Lasciando il banco fisso e spostando la testa motorizzata lungo i tre assi.
  • Il pregio principale delle fresatrici è di avere pochissimi limiti di forme realizzabili nelle lavorazioni e di poter svolgere con un solo programma di lavoro diverse operazioni complesse comprendenti forature, rettifiche, alesature, tagli, arrotondamenti…

Le frese

La fresa è un utensile politagliente che ha la forma di un solido di rivoluzione con gli elementi taglienti, chiamati denti, disposti sulla superficie laterale oppure su questa e su una o entrambe le basi. 
Le frese possono essere interamente costituite di materiale da utensile o avere i taglienti riportati: queste ultime sono gli utensili più diffusamente impiegati perché consentono una elevata produzione, conducono a superfici lavorate ottimamente rifinite, tanto da eliminare in alcuni casi la successiva rettificatura. Permettono, inoltre, di lavorare materiali ad alta resistenza e comportano minori costi di produzione.


A seconda che l’asse di rotazione della fresa sia parallelo o perpendicolare alla superficie che deve essere lavorata si può avere una fresatura periferica o frontale
Il rendimento di un sistema di fresatura frontale è in genere maggiore di quello della fresatura periferica, anche in termini di qualità della superficie lavorata e di volume di truciolo asportato nel tempo.

Nella figura che segue è mostrata la fresatura periferica:

In quest’altra invece è mostrato il funzionamento della fresatura frontale:

Nella tabella che segue è mostrata una classificazione delle frese:

Fresa a riccio un utensile sgrassatore per alte profondità di taglio ed elevate asportazioni di truciolo, utilizzabile sia in contornatura che in scanalatura

Fresa per spallamenti retti una fresa capace di alte prestazioni in termini di qualità di volume di truciolo asportato; è idonea per una vasta gamma di materiali e può essere equipaggiata anche con inserti a geometria positiva per bassi assorbimenti di potenza

Fresa super positiva per spianatura consente di poter lavorare qualsiasi materiale, dall’acciaio al carbonio all’inossidabile, dalle ghise all’alluminio; l’angolo di attacco è 45°, presenta un buon equilibrio delle forze assiali, un taglio dolce e con basso assorbimento di potenza

Fresa forante utensile multiuso per scanalare, forare e copiare

Fresa a candela fresa per scanalare, contornare e limitatamente anche copiare

Fresa per smussi a 45° un utensile pratico per smussare i bordi del pezzo e può essere usata anche come piccola fresa a spianare a 45°

Fresa per lamatura ideata per l’esecuzione di fori ciechi e a fondo piano o per allargare fori mediante interpolazione circolare; è utilizzabile anche per contornatura e scanalatura

Fresa con inserti tondi per lavorazioni dove si richiedono raggi di raccordi nelle spianature, utilizzabile anche per lavorare sedi e cave a profilo raggiato

Fresa a testa sferica fresa a copiare utilizzabile sia per sgrossatura che per finitura; grazie all’accurata costruzione consente eccellenti prestazioni sulla maggior parte dei materiali

Fresa a disco utile per scanalare da 4 a 14 mm di larghezza; grazie alla geometria positiva e alla gamma di inserti disponibili può essere utilizzata efficacemente anche su macchine di bassa potenza e per lavorare tutti i tipi di materiale

Le fresatrici

Le macchine utensili che realizzano la fresatura sono dette fresatrici e permettono la lavorazione di superfici esterne per ricavare delle scanalature e per la sagomatura. 
Con le fresatrici inoltre è possibile anche lavorare delle superfici di rivoluzione, tagliare filettature e ruote dentate.
Esse si classificano soprattutto in base alla disposizione dell’asse di rotazione della fresa ed alle possibilità di movimento nello spazio offerte al pezzo da lavorare. 

Ecco i diversi tipi : Hobby ; Semi-professionali ; professionale e industriale

 

 

Navigazione articoli

Rispondi